SPEDIZIONE GRATUITA DA 29,99€

Semplicità Alimentare


Cosa ti richiama alla mente la parola semplicità?

Ti ricorda i piccoli gesti? La tua infanzia? Un rumore che ti rasserena? Il caffè quando sale nella moka? Gli gnocchi fatti in casa?

Quante immagini richiamano alla mente una parola così… semplice.

È un termine che mi piace molto utilizzare soprattutto all’interno del mio ambito, l’alimentazione. 

Semplicità è la mia parola d’ordine. Una parola che può includere diverse cose, alcune più profonde, altre più tecniche, ma rimane per me sempre la strategia migliore.

Alimentazione e semplicità

Alimentarsi in maniera salutare è semplice perché l’alimentazione deve essere cucita in base alle proprie esigenze e al proprio stile di vita e non il contrario. Un piano alimentare semplice con le indicazioni correlate chiare e facili da adattare alla propria vita è il miglior metodo per acquisire abitudini sostenibili nel lungo periodo. In più, abolisce l’ansia di voler “fare tutto e subito”, ma al contrario imposta alcuni semplici passi da affrontare volta per volta.

Semplice può anche essere un alimento, quando al suo interno non sono presenti molti ingredienti aggiunti (conservanti, coloranti, additivi di altro genere,…) o quando non ha subito processi industriali o numerose lavorazioni per arrivare al prodotto finito.
Mi viene in mente il pane: 3 ingredienti, lievitazione e cottura. Pronto. Uno degli alimenti più demonizzati, ma anche uno dei più genuini e innocui rispetto a molti altri con cui ci complichiamo la vita.

Semplicità e tradizione

Semplicità mi richiama alla mente anche la parola “tradizione”. La semplicità degli ingredienti che usi in famiglia, i prodotti del fruttivendolo sotto casa, frutta e verdura di stagione, più vicini a te, più buoni. Ricette che conosci, che hai fatto mille volte, semplici con pochi ingredienti e qualche aroma per insaporire. Le tue preferite.

Semplicità e consapevolezza

Semplice è anche la capacità di percepire i bisogni del nostro corpo. 

Alimentarsi in maniera naturale, senza l’influenza delle idee inculcateci dalla società, ma solo in base a quello che il nostro corpo richiede. 

Definisco “semplice” questa capacità non perché sia effettivamente facile raggiungere questo livello di consapevolezza, ma perché in realtà si tratta di un’attitudine che abbiamo insita nel nostro essere fin da bambini, quando ci autoregolavamo in relazione alla quantità e alla qualità di quello che volevamo mangiare. 

Purtroppo, con il tempo, l’abbiamo perdura, ma non è detto che non si possa recuperare con un po’ di allenamento.


Infine, per me semplice è buono. Spesso e volentieri ci dimentichiamo che gli alimenti più semplici e genuini, sono anche quelli più salutari ma soprattutto quelli più buoni.

Pane e olio. Latte e caffè. Pomodorini con olio extravergine di oliva e basilico.


Buoni e semplici, così come i prodotti di Ciceris. Pochi ingredienti che ti offrono un gusto appagante ed originale.


Se vuoi saperne di più riguardo all’articolo o al progetto #educazionealimentare con Ciceris, non esitare a contattarmi all’indirizzo: alessandradietista@cicerisbio.com 


Lascia un commento


Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima della pubblicazione